martedì 4 settembre 2012

Shirataki di konjac in bianco (PP)

Ieri sera ho dato una rapida occhiata in frigo e mi sono resa conto che forse è davvero necessario che io vada al super a fare rifornimento.... ma non mi sono lasciata perdere d'animo e ho deciso di improvvisare una specie di "pasta aglio olio e peperoncino alla Dukan", sfruttando la mia scorta di Shirataki in un giorno PP in cui le verdure non mi sono concesse.
E così, in un battibaleno, ho spadellato un piatto fumante e profumato che mi ha davvero molto soddisfatta!!

Ingredienti (1 persona)
- 1 confezione di shirataki di konjac
- aglio e prezzemolo (e peperoncino se si desidera)
- salsa di soia a basso contenuto di sale (quella con il tappo verde)
- acqua q.b.

Per prima cosa, sciacquare abbondantemente gli shirataki e liberarli dal loro nodo.
Mettere a riscaldare un bicchiere di acqua.
In una padella antiaderente versare un po' di aglio e del prezzemolo sminuzzati molto piccoli ed un paio di cucchiai di acqua. Lasciare "rosolare" ed aggiungere gli shirataki. Unire abbondante salsa di soia e un po' di acqua sino quasi a coprire gli shirataki. Lasciare cuocere a fuoco vivo per far consumare l'acqua in eccesso (un po' come si fa con la cottura del risotto) per circa una decina di minuti (se serve anche un po' di più, sino a quando il sughetto si sarà rappreso)
Impiattare caldi.... e gustarseli!!!


Dukan & Mangiato

lunedì 3 settembre 2012

Minestra di zucchine (PV)

uun'altra ricettina veloce veloce per una minestra gustosa da rientro vacanze, con effetto disintossicante.

Ingredienti
3 zucchine
acqua q.b.
sale grosso q.b.
philadelphia light
menta
cipolla liofilizzata

Lavare e tagliare le zucchine a rondelle abbastanza grandi. Metterle in una capiente casseruola e coprirle a filo con un po' di acqua, un cucchiaio di cipolla liofilizzata e un cucchiaino scarso di sale. Aggiungere una bella manciata di menta (io utilizzo quella liofilizzata che ho sempre a portata di mano).
Cuocere a fiamma moderata per circa 20 minuti, fino a quando l'acqua si sarà quasi consumata e le zucchine avranno raggiunto la consistenza morbida, senza "spappolarsi" completamente.
Impiattare e aggiungere al centro un paio di cucchiai (abbondanti!!!) di philadelphia light....



Ottimo l'accostamento caldo /freddo :)

Dukan & Mangiato


domenica 2 settembre 2012

Pollo in rosso (PV)

Il pollo si sa è sempre un ottimo alimento in cui rifugiarsi per preparare un piatto leggero ma gustoso. questa volta, per cambiare un po', l'ho voluto fare in tegame, nella versione "rossa" ovvero con i pomodorini pachino (che sanno sempre di estate...)

Ingredienti
- pollo in pezzi
- una lattina di pomodorini pachino
- aromi misti per carne
- mezzo bicchiere di acqua
- un cucchiaio di cipolla liofilizzata (oppure una cipolla piccola bianca)
- mezzo dado light

In un capiente tegame mettere ad appassire la cipolla con il mezzo bicchiere di acqua, per 2-3 minuti a fiamma bassa. Aggiungere il pollo a pezzi, cospargendolo di aromi per la carne, lasciare "rosolare un pochino" alzando un po' la fiamma e subito dopo unire i pomodorini ed il dado sbriciolato. Mescolare un po', chiudere con coperchio e lasciar cuocere a fiamma bassa per circa 40 minuti.
Una preparazione veloce per un piatto gustoso anche per i commensali non a dieta


Dukan & Mangiato

venerdì 31 agosto 2012

Vellutata di verdure (PV)

con il rientro dalle vacanze ho deciso di rifare un mini ciclo della mia amata dieta dukan, per rimettermi in forma dopo i bagordi estivi che tra gelati, pizze e altro hanno lasciato (come ogni anno) il segno sui miei fianchi e sulla mia panciotta....ma per fortuna adesso conosco il metodo per rimettermi in riga e quindi rieccomi all'opera!!! anche perchè, a differenza degli anni passati, non ho oltre 15 kg da smaltire, ma quei 3-4 che sono soprattutto gonfiore di chi si lascia un po' andare :)
E cosa c'è di meglio per iniziare a disintossicarsi di un sano piatto di verdure e proteine?
Partendo dalla richiesta di una cara amica che mi chiedeva spunti, per pranzo ho preparato una velocissima vellutata, sfruttando anche gli avanzi di minestrone del giorni prima.... deliziosa davvero, e con l'arrivo dei primi freschi è anche un ottimo pranzetto per scaldarsi un po'.... ed anche i bimbi l'hanno letteralmente fatta fuori in pochissimo tempo (che le verdure mica si vedevano!!!)

Ingredienti
- 300 gr di  verdure miste lessate (io ho appunto usato un po' di minestrone misto in avanzo)
- 100 gr di ricottina light (una vaschettina)

Dopo aver lessato le verdure, scolarle per bene e frullarle sino a farle diventare cremose con l'aiuto di un frullatore ad immersione o un robot da cucina. Tenere da parte un po' di acqua di bollitura ed aggiungerla alle verdure frullate per ottenere la consistenza desiderata della propria vellutata. Aggiungere la ricottina e dare un'ultima mescolata con il frullatore: et voilà, il piatto è già pronto!!!

 
Dukan & Mangiato

lunedì 23 luglio 2012

Insalatona d'estate con salsa bianca (PV)

Credo che oramai traspaia dai miei post che d'estate, piuttosto che mettermi a spadellare, mi piace divertirmi a mescolare assieme ingredienti e creare piatti freschi ed appetitosi che diano il buonomore.
Il piatto di quest'oggi non ha nulla di sofisticato nella preparazione, ma vorrei condividerlo nel mio blog proprio come suggerimento per chi ha voglia di affrontare la dieta con un po' di sana fantasia che è sicuramente l'ingrediente giusto per perdere peso, specie d'estate!!!!

Ingredienti (quantità a piacere a seconda del numero di commensali)
- lattughino
- radicchio e altra insalata mista seccondo i gusti
- pomodori insalatari
- finocchi
- olive verdi / nere
- peperoncini piccoli dolci
- petti di pollo
- uova sode
- mozzarella light
- limoni
- senape
- sale q.b.
- aceto /olio /vinagrette a piacere secondo i gusti


Premere in una ciotola il succo di due limoni, mescolarlo con un cucchiaino di senape e lasciare a macerare per 30-40 minuti i petti di pollo, girandoli di tanto in tanto. Questa macerazione permetterà alla carne di ammorbidirsi ed insaporirsi e non seccarsi in cottura. Trascorso il tempo di macerazione, sgocciolare per bene i petti di pollo e cuocerli su una padella antiaderente senza aggiunta di grassi.
Tagliare il pollo grigliato in piccoli bocconcini, salare a lasciar raffreddare.
Nel frattempo mondare tutte le verdure e unirle in una capiente insalatiera. Aggiungere i petti di pollo tagliati a tocchetti, le uova sode tagliate in quarti, le mozzarelle tagliate in spicchi, le olive.
Condire l'insalata con la vinagrette o dell'aceto e un cucchiaio di olio extravergine, secondo i gusti e le preferenze.

Preparare una salsina di accompagnamento mescolando 2/3 cucchiai di philadelphia balance, un cucchiaio di senape, 2 cucchiai di acqua e qualche erbetta aromatica a piacere.
Per allietare anche chi non è a dieta, potrete preparare anche dei piccoli crostini casalinghi, con pane olio e rosmarino, cotti in padella antiaderente sino a fatti abbrustolire.


Dukan & Mangiato (summer time!!!)

venerdì 20 luglio 2012

Pomodori ripieni al tonno (PV)

era davvero da tantissimo tempo che avevo voglia di prepararmi i pomodori ripieni, che per me fanno davvero tanto "estate" ... e ieri sera non mi sono lasciata sfuggire l'occasione di cucinare la versione light, fresca ed appetitosa!
sono un ottimo piatto estivo che si può preparare in anticipo e gustare sia caldo che freddo

Ingredienti (per 4/6 persone)
- 6 pomodori ramati grandi non troppo maturi
- 200 gr di ricotta light
- 160gr di tonno al naturale (2 scatolette)
- sale e pepe q.b.
- un cucchiaio di crusca di avena
- un cucchiaio di crusca di grano
- basilico tritato (io ho usato quello liofilizzato...ma quello fresco è ancora più profumato!)

Iniziare accendendo il forno a 200 ° funzione statica.
Lavare e asciugare i pomodori, poi tagliare loro le calotte.
Tagliare il perimetro interno del pomodoro con un coltellino e poi, servendosi di un cucchiaino, scavare ed eliminare tutto il contenuto dei pomodori, mettendolo in una ciotola e frullandolo (oppure tagliandolo a piccoli pezzi) ed eliminando l'acqua in eccesso nel caso ve ne fosse bisogno.
Salare l’interno dei pomodori e metteteli a sgocciolare su di una gratella con la parte scavata verso il basso.
Mettete in una padella due cucchiai di olio e uno spicchio di aglio schiacciato, quindi fatelo dorare e Nel frattempo aggiungere ai pomodori tritati nella ciotola la ricotta, il tonno sgocciolato, il sale e il pepe, le crusche ed il basilico, ed amalgamare bene il composto.
Posizionare i pomodori in una teglia ricoperta di carta da forno bagnata e ben strizzata (così non ci sarà bisogno di utilizzare l'olio!) e iniziare a riempire ciascuno di essi con il composto. finire con una manciatina di basilico e una spolverata di crusca di grano che consentirà di creare una crosticina in cottura.
Infornare per circa 20-25 minuti (verificando la cottura, a seconda della dimensione dei pomodori)


Servire caldi o freddi, come sfizioso antipasto o secondo piatto accompagnato da una insalatina fresca.

Dukan & Mangiato

mercoledì 18 luglio 2012

Coniglio Fantasia (PV)

Il nome di questo piatto l'ho deciso nel momento in cui mi accingevo alla preparazione: ho dato un'occhiata in frigorifero, messo i vari ingredienti disponibili sul tavolo di lavoro in cucina...e dato avvio alla preparazione.....con tanta fantasia!!!

Ingredienti (per 4 persone):
- 1 coniglio di circa 1kg già tagliato in parti (oppure dovrete provvedere...)
- 200 gr di olive verdi denocciolate
- 1 grossa cipolla bianca
- 5 pomodorini pachino
- 200 ml di acqua in cui far sciogliere 1 dado light
- aromi per carne misti tritati (maggiorana, origano, salvia, rosmarino)

Prendete un tegame capiente e mettete ad appassire la cipolla tagliata a rondelle in un fondo di acqua (2 cucchiai).
Nel frattempo tagliate le olive a rondelle e i pomodorini a quadrotti non troppo piccoli.
Mettete i pezzi di coniglio in tegame e lasciateli "rosolare" con la cipolla e con l'aggiunta di una bella spolverata di aromi: questa fase è molto importante perchè permetterà al nostro coniglio di insaporirsi ben bene!
Lasciare sul fuoco a fiamma media fino a quando il coniglio avrà assunto un bel colorito dorato, per circa 5-10 minuti.  A questo punto aggiungete le olive e i pomodorini, quindi unite il bicchiere di brodo e amalgamate tutto per bene e poi coprite il coniglio con un coperchio e lasciate cuocere per circa un'ora finché il coniglio non diventerà tenero (la carne dovrà staccarsi facilmente dall'osso).
Impiattate il coniglio con il suo sughetto di accompagnamento ....



Buon appettito!!
da me in famiglia è stato letteralmente spazzolato via :)

Dukan & Mangiato

lunedì 16 luglio 2012

Shirataki di Konjac alle verdure (PV)

Eccomi con un'altra ricettina veloce per poter assaporare al meglio il "finto spaghetto" concesso nella nostra dieta Dukan.
Questa volta nella preparazione ho seguito i consigli della mia carissima amica (di Dukan e non solo) AlePisina, che (conoscendo un po' di cinese) è riuscita meglio ad interpretare le istruzioni di preparazione - rispetto alla traduzione italiana fornita sui pacchettini - indicandomi che i Konjac devono essere preparati come si fa con gli spaghetti di soia cinesi e quindi con il metodo che noi usiamo con i nostri risotti: cottura per assorbimento dei liquidi.
Devo dirvi che in effetti il risultato è differente rispetto alla semplice "lessatura" del Konjac, perchè riescono ad insaporirsi meglio..... ma d'altra parte anche io ho sempre "saltato" gli spaghetti in padella per garantire un maggior sapore!!!

Ingredienti (per due persone)
- due confezioni di Shirataki di Konjac
- 500 ml di brodo light
- 1 melanzana lunga
- 1 peperone
- aromi a piacere
- salsa di soia

Iniziare tagliando le verdure a dadini piccoli e preparando il brodo con il dado ligh. Far riscaldare una padella antiaderente e grigliare le verdure unendo un po' di aromi misti per insaporirle.
Una volta cotte le verdure aggiungere un mestolo di brodo e gli shirataki (avendo avuto cura di snodarli e sciacquarli sotto l'acqua preventivamente). A questo punto procedere con la cottura, aggingendo di volta in volta un po' di brodo man mano che lo stesso viene assorbito. cuocere per circa 15-20 minuti. A fine cottura irrorare il tutto con un cucchiaio di salsa di soia e servire il piatto caldo.


Dukan & Mangiato

martedì 10 luglio 2012

Carpaccio d'estate (PV)

in queste afose serate d'estate mettersi ai fornelli diventa una penitenza...mi piace molto preparare fresche insalate e piatti veloci che, anche non essendo in ferie, mi consentono di vivere un po' di aria di vacanza e di mare....
e così ieri sera, su specifica richiesta del maritino che ama molto questo piatto, ho preparato un velocissimo e invitante piatto di carpaccio.... ovviamente il suo era più condito, ma la mia versione non era per nulla male. ecco la ricettina veloce veloce.

Ingredienti per 4 persone:
500 gr di controfiletto di manzo affettato sottile
il succo di 2 limoni grandi
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
viagrette di aceto balsamico
sale e pepe bianco macinato fresco
200 gr di rucola
400 gr di pomodorini pachino

Deponete le fettine di carne sui piatti individuali senza sovrapporle. Bagnate uniformemente le fettine di carne con il succo del limone lasciandola "cuocere" con il succo per almeno 10-15 minuti.
Nel frattempo tagliate a pezzi piccoli i pomodorini e conditeli con olio, sale e pepe.
Distribuite i pomodorini e la rucola sulla carne e irrorate con la vinagrette.
In fase 3 (o per chi non è a dieta) potete cospargere la superficie del piatto con lamelle di parmigiano tagliate sottili

Dukan & Mangiato

giovedì 5 luglio 2012

Filetto di orata al cartoccio (PV)

in questo periodo in cui latito un pochino dal mio amato angolo di web, il problema non è tanto riuscire a cucinare qualcosa di buono (Dukan, ovviamente!!!) quanto riuscire a trovare il tempo per fotografarlo e riportare le ricettine.... ho un bel po' di arretrati che pian piano mi piacerebbe rimettere in ordine e condividere con voi.

Un passettino alla volta, iniziamo con questa ricettina veloce e pratica, soprattutto in estate.... quando mangiar eil pesce mi piace ancor più che in inverno!!!!

Ingredienti (per 4 persone):
- 4 orate di media grandezza
- 4 pomodori perini
- erbe aromatiche (prezzemolo, origano, salvia)
- 1 limone
- uno spicchio di aglio
- sale q.b.
- 4 cucchiaini di olio EVO

Iniziare con la pulizia ed evisceratura del pesce. per questa ricetta non serve eliminare le squame. lavare bene le orate sotto l'acqua corrente ed aver cura di asciugarle bene, tamponandole con uno scottex.
Nel frattempo accendere il forno a 200 °, funzione statica.
Tritare le erbette aromatiche e lo spicchio di aglio. Tagliare in 4 il limone, dopo averlo lavato
Mondare il pomodoro a piccoli pezzetti.

Adagiare ciascuna orata su un foglio di carta alluminio sufficientemente grande per creare un cartoccio. Posizionare all'interno della pancia dell'orata il quarto di limone, riempire il cartoccio con i pomodori tagliati, cospargere con il trito di aglio e erbette aromatiche e utilizzare un cucchiaino di olio per condire ogni pesce. Richiudere bene il cartoccio ed infornare per circa 20-25 minuti a seconda della dimensione delle orate.
Una volta cotte, spinare i pesci e servire accompagnati dai pomodori e dal sughetto che si sarà creato


Dukan & Mangiato

domenica 6 maggio 2012

Shirataki di Konjac al tonno (PP)

ecco qui un altro modo molto veloce di preparare un finto piatto di "spaghetti", concesso senza alcun senso di colpa nella nostra dieta dukan

Ingredienti
- 1 confezione di Shirataki di Konjac
- aglio
- una scatoletta di tonno al naturale
- capperi (a piacere)

In un tegame antiaderente coprire il fondo con 1 cucchiaio di acqua e mettere a "rosolare" aglio. Aggiungere il tonno e i capperi e lasciare sfumare per 3-4 minuti.
Quando il sughetto è quasi pronto, sciacquare abbondantemente gli Shirataki di Konjac sotto l'acqua corrente. Mettere a bollire una pentola d’acqua con un po' di sale grosso e quando l’acqua bolle, immergervi gli Shirataki di Konjac e cuocere per 2-3 minuti. Scolarli e saltarli in padella con il sughetto per 2/3 minuti in modo che si insaporiscano. Servire caldi.
 

Dukan & Mangiato

giovedì 26 aprile 2012

Rotolini di melanzane

anche questa è un'altra ricettina simpatica e veloce che mi ha passato la (sempre preziosa) SociaL.




Si tratta di melanzane grigliate (vanno benissimo anche quelle surgelate, fatte scongelare, ovviamente!!!) con ripieno di Philadelphia balance, spolverizzate di origano e passate nel forno per 10 minuti a 200°.
La stessa cosa si può fare con falde di peperoni e zucchine: provate!!

Dukan & Mangiato

Tronchetti di zucchine farcite (PV)

ecco una bella ricetta di antipasto veloce che mi ha passato la mia cara SociaL.



Si tratta di zucchine leggermente sbollentate in acqua salata, tagliate a "tronchetti", svuotate e farcite con un ripieno fatto con:
- interno delle zucchine stesse, schiacciato con la forchetta
- carne macinata magra
- uovo
- crusche miste
- poco Philadelphia per legare
Spolverizzate con crusca di grano macinata fine fine
Passate nel forno per 15 minuti a 200° e a fine cottura, pochi minuti di grill.

Dukan & Mangiato

Involtini pollo e spinaci di Chiaris (PV)

Per questa ricetta ho dimenticato di scattare la foto.... l'ho preparata e poi è subito sparita dalla tavola!!!
La prossima volta aggiornerò, ma per il momento la condivido la ricetta (che mi era stata segnaata tempo fa da una ragazza in un forum, di nome Chiaris), per non perderla.

Ingredienti:
1 petto di pollo aperto a libro (ovvero ridotto ad una grande fetta)
1 o 2 spicchi di aglio
un po di maggiorana fresca o secca, oppure di prezzemolo
2 pugni di spinaci lessati
sale e pepe q.b.
1 cucchiaio di formaggio light spalmabile (io uso il philadelphia balance)

Sbucciate gli spicchi di aglio e tritateli con la maggiorana.
Ricoprite il petto di pollo disteso con della pellicola da cucina ed appiattitelo molto bene con il batticarne.
Distribuite il trito di aglio e maggiorana sul pollo, pepate leggermente. Frullate gli spinaci con il formaggio.
Deponete in modo uniforme gli spinaci sopra il pollo, e salateli ancora leggermente.Tagliate la fetta di pollo a metà, ed arrotolate ciascuna metà abbastanza strettamente.
Fasciate strettamente ogni involtino nel foglio di alluminio ottenendo delle caramelle.
Deponete gli involtini di pollo e spinaci in una teglia e cuoceteli in forno caldo a 200 gradi per 45/60 minuti,
Lasciate raffreddare completamente gli involtini, poi sfasciateli e tagliateli a fette abbastanza spesse...buon appetito!

Dukan & Mangiato


mercoledì 28 marzo 2012

Sgombro in umido (PV)

La mia dieta dukan volge al termine: sto consolidando il mio giusto peso raggiunto 4 mesi fa, e manca pochissimo alla chiusura della fase 3... quindi devo ammettere che da un po' mangio "normalmente", ovvero, mantenendo le regole previste da ZioDukan, cerco comunque di seguire un'alimentazione che, non eccedendo in condimenti e zuccheri, risulta equilibrata.
Oggi avevo vogia di pesce, ma di qualcosa di diverso...e quindi mi sono lanciata nell'acquisto dello sgombro che, anche per i miei piccolini, risulta esser eun ottima fonte di proteine buone e di omega3.
di solito non è un pesce che apprezziamo molto, in quanto ha una consistenza molto "piena". Ma questa volta ho deciso di farlo in umido, proprio per rendere il sapore della carne più morbido ed umido...e devo dire che il piatto ha riscosso successo!
Nella mia versione ho utilizzato i piselli (che in fase 3 sono ammessi, quali amidacei). volendo è possibile farlo anche senza i piselli.

Ingredienti:
2 sgombri
1/2 cipolla
1 cucchiaino di olio EVO
1/2 bicchiere di vino bianco
1/2 dado light
4 cucchiai di polpa di pomodoro
300 gr di piselli  surgelati (se consentito)

Pulire ed eviscerare gli sgombri ed eliminare la testa.
In un largo tegame antiaderente, versare l'olio e ripulirlo con uno scottex. Mettere a rosolare la cipolla tagliata a tocchettini e, una volta dorata, aggiungere gli sgombri. Aggiungere il vino e lasciare sfumare.
se si decide di fare il piatto con i piselli, unirli in questa fase.
unire la passata di pomodoro e 1 bicchiere di acqua in cui abbiamo fato sciogliere precedentemente il dado.
Lasciar cuocere a fuoco lento con coperchio per circa 30 minuti, verificando la cottura del pesce


Servire il pesce sfilettato, accompagnato dal sughetto e dal contorno di piselli.

Dukan & Mangiato

giovedì 1 marzo 2012

Polpettine a sorpresa! (PV)

Le polpette, per chi ha dei bambini come me, sono sempre un ottima soluzione per preparare un piatto simpatico e che incontra il gusto anche dei più diffidenti....specie quando si tratta di aggiungerci qualche verdurina!
ieri sera ho creato questa versione che ho voluto chiaare "a sorpresa" perchè all'interno nasconde un cuore morbido...di mozzarella filante!
Sono andate leteralmente a ruba....

Ingredienti (per circa 20 polpette):
- 600gr di macinato magro di vitello
- 2 uova
- mezzo bicchiere di latte scremato
- 3/4 fette di melanzane grigliate (io utilizzo quelle surgelate. in alternativa utilizzare una melanzana piccola, tagliarla a fette e farle grigliare sulla piastra o nel forno)
- una mozzarella light
- sale q.b.
- un cucchiaino di prezzemolo tritato
- un cucchiaino di mentuccia tritata (fresca o essiccata)
- 4 cucchai di crusca di avena
- 2 cucchiai di crusca di grano

Tagliare a dadini piccoli la mozzarella e le fettine di melanzane e tenere da parte.
Preparare l'impasto delle polpette amalgamando bene il macinato con le uova, il prezzemolo, la menta, il sale. Aggiungere 2 cucchiai di crusca di avena e un cucchiaio di crusca di grano e mescolare. Unire il latte: nel caso in cui l'impasto non risultasse abbastanza morbido, aggiungere una ulteriore quantità di latte (si deve ottenere una consistenza adeguata per formare le polpette).
Unire al composto i dadini di mozzarella e di melanzane precedentemente tagliati e mescolare in modo che si distribuiscano uniformemente.
Preparare con le mani le polpettine, accertandosi che la mozzarella e le melanzane rimangano all'interno. Impanarle leggermente, utilizzando la miscela delle crusche rimaste, e posizionarle su una teglia ricoperta di carta da forno. cuocere in forno caldo 180° per circa 20 minuti. servire calde




....il cuore di mozzarella filante le farò scomparire dal piatto in men che non si dica....ed accaparrarsi l'ultima sarà ua guerra a tavola!!!
(avrei voluto fare una foto all'interno....ma non ci sono riuscita!!!!)

Dukan & Mangiato

mercoledì 29 febbraio 2012

Polpettine di polipo e gamberi (PP)

Ultimamente faccio difficoltà a star dietro a tutto...e la cucina è la mia ultima priorità.
Questo si riflette (ahimè) in una scarsa fantasia per la sperimentazione di nuovi piatti...ma per foruna c'è sempre la mia cara socia che sopperisce a questi "vuoti" ed ecco una nuova simpatica e gustosa ricetta da lei provata e testata...

Ingredienti
-         1 polpo (600-700gr circa)
-          ½ bicchiere vino bianco
-          Gamberi sgusciati (circa 400gr)
-          2 uova
-          Crusca di avena 4 cucchiai
-          Crusca di grano 2 cucchiai
-          1 spicchio di Aglio
-          Prezzemolo
-          Sale

Lessare il polpo in acqua con il mezzo bicchiere di vino, il sale ed il prezzemolo, per 20 minuti (non deve essere stracotto, altrimenti con l’ulteriore cottura in forno rischia di avere una consistenza legnosa…).
Tritare il polpo lessato con i gamberi sgusciati, lo spicchio di aglio, ulteriore prezzemolo se gradito, le uova e metà delle crusche ed aggiustare di sale.
Con le mani inumidite formare delle polpette che passeremo poi nelle crusche rimanenti. Cuocere in  forno caldo a 180/200° per 15/20 minuti.

Delicate e saporite!!!



Dukan & Mangiato

Polpette di pesce e spinaci (PV)

Ed ecco qui un'altra variante delle polpette, sempre gentilmente proposta dalla mia cara amica-socia :)


Ingredienti:

-seppie 400gr
-calamari 300 gr
-gamberi 250 gr
-tonno al naturale 150 gr
-prezzemolo
-aglio
-spinaci 200/300 gr
-sale
-crusca di avena 6 cucchiai
-crusca di grano 3 cucchiai
-2 uova  

Sminuzzare seppie, calamari, gamberi e tonno con l'aiuto di un robot da cucina. Aggiungere gli altri ingredienti, amalgamando bene. Formare le polpette con le mani umide e disporle sulla leccarda del forno coperta con carta da forno, eventualmente ripassandole, se risultassero troppo umide,  in poca crusca  (mista, di avena e grano) setacciata.

Cuocere in forno caldo a 200° per 20 minuti.



Dukan & Mangiato

mercoledì 15 febbraio 2012

Shirataki di Konjac carciofi e olive (PV)

Ora che sono entrati nella mia dispensa gli Shirataki di Konjac, non passa settimana che io non mi diverta a testare dei nuovi abbinamenti per gustarmi un piatto simpatico stile giapponese.
Devo dire che in famiglia chi apprezza più di tutti questo pasto è la mia piccoletta di 2 anni, che si diverte a "succhiarli" come una vera giapponesina...e guardarla mette troppa allegria!

Mentre la scorsa volta li ho provati con un sughetto di pesce, la scorsa settimana mi sono riproposta di provare una versione vegetariana...e visto che avevo in freezer un bel asacchettino di cuori di carciofi e poco tempo a disposizione per provare altro, ho sperimentato al volo....e il risultato è stato più che soddisfacente!!

Ingredienti
- 1 confezione di Shirataki di Konjac
- aglio
- prezzemolo
- 4/5 pomodorini pachino
- 6/7 cuori di carciofi (io ho usato quelli congelati, ma vanno benissimoa nche quelli freschi, che dovrete aver cura di sbollentare precedentemente)
- un pizzico di sale
- olive nere
- peperoncino (se piace)

Mettete a scongelare i vostri carciofi e riduceteli a listarelle
Tagliare i pomodorini e l'aglio e. In un ampio tegame antiaderente coprire il fondo con 3 cucchiai di acqua e mettere a "rosolare" aglio e prezzemolo. Aggiungere i pomodorini, il sale e il peperoncino, le olive (denocciolate) e i carciofi, abbassare la fiamma e cuocere per una 15ina di minuti.
Quando il sughetto è quasi pronto, sciacquare abbondantemente gli Shirataki di Konjac sotto l'acqua corrente. Mettere a bollire bollire una pentola d’acqua con un po' di sale grosso e quando l’acqua bolle, immergervi gli Shirataki di Konjac e cuocere per 2-3 minuti. Scolarli e saltarli in padella con il sughetto per 2/3 minuti in modo che si insaporiscano. Servire caldi.


 L'abbinamento è davvero gustoso!

Dukan & Mangiato


martedì 14 febbraio 2012

Terrina di pollo...rivisitata! (PV)

un altro contributo della Socia, in questo periodo molto creativa....anzi, LEI è sempre davvero molto creativa, e tutte queste ricette ne sono una ulteriore conferma.


Si tratta di una rivisitazione dell'ormai famosa terrina di pollo...che non ho ancora provato ma che di sicuro nelle prossime sere mi accingeròa  preparare (si tratta solo di fermarsi un attimino, vero?).


Riporto la ricetta così come da lei scritta (anche perchè è lei, delle due, l'addetta stampa ;) )

Qualche sera fa non avevo voglia di fare il solito “tortino a strati di pollo affettati e verdure” e così ho reinventato la ricetta, modificandola un po’!
Ho tritato nel Bimby circa 600 grammi di fettine di pollo insieme ad una bella manciata di prezzemolo, timo, maggiorana, salvia (surgelati). Ho aggiunto il condipesce (continuo a pensare che sia migliore del condicarne…), 2 uova, un caprino light e ho amalgamato bene il tutto. Ho ricoperto di carta forno bagnata e strizzata uno stampo da plumcake, e ho messo metà dell’impasto, livellandolo bene con un cucchiaio. Ho spalmato una cucchiaiata abbondante di Philadelphia balance, ho disposto delle fettine di prosciutto cotto a basso tenore di grassi (rovagnati, non avevo il “solito” del Carrafour, ma anche il rovagnati ha pochissimi grassi), ho aggiunto, nella parte centrale, dei fagiolini (surgelati) e coperto con altro prosciutto, facendo attenzione che questo “ripieno” non andasse a toccare i bordi dello stampo ed infine ho aggiunto il restante impasto di pollo. Ho livellato bene con il dorso di un cucchiaio e sigillato con la carta da forno, infornato in forno caldo per 40 minuti a 220° . Una volta tolto dal forno ho tolto la maggior parte dell’acqua di cottura che ha rilasciato il pollo e impiattato irrorando con un pochino di “sughetto” rimasto. Ai bimbi l’ho servito così (e l’hanno spazzolato e bissato entrambi, e visto che ultimamente sono davvero difficili è una gran cosa) mentre noi “grandi” l’abbiamo mangiato con qualche goccina di tabasco, che…ci piaaaace!




 Mi ha ricordato il polpettone che mi faceva mia mamma quando ero piccola, si chiamava primavera ed aveva carote e fagiolini all’interno…io mi divertivo a tagliare le fette per vedere la “fine” della carota!!!La prossima volta magari aggiungerò le carote, e vediamo se i monelli faranno come facevo io.

****

Io come al solito ringrazio la Socia dell'ottimo contributo e concludo con il "nostro" Dukan & Mangiato!!!


domenica 12 febbraio 2012

Tortino tonno e carciofi (PV)

così come la mia Socia ha la mania di "intortare" tutto, a me piace invece fare di tutto un "plumcake"....che poi alla fine è semplicemente un modo diverso di vedere la stessa cosa!
E così, ispirata dalla sua ultima ricetta, che non ho mancato di provare ed apprezzare subito, ho fatto questa mia versione di plumcake salato al tonno e carciofi, davvero ottimo!

Ingredienti:
- 4 scatolette di tonno al naturale da 80gr
- Aromi per cottura (anche io utilizzo l'ottimo l’insaporitore per pesce della Cannamela)
- 1 confezione di carciofi surgelati
- 2 uova
- 1 confezione di Philadelphia Balance
- 1 sottiletta light (facoltativa)
- sale e pepe q.b.

In una capiente ciotola amalgamare bene le uova con il Philadelphia gli aromi il sale e il pepe.
Nel frattempo mettere a scongelare i carciofi nel micoonde (7-8) e tagliarli in 4 parti. Tenere da parte 2/3 arciofi da tagliare a metà e utilizzare per la guarnizione.
Aggingere all'impasto nella ciotola il tonno sgocciolato ed i carciofi ridotti in quarti. Amalgamare tutto bene.
Versare tutto il composto in uno stampo da plumcake. io utilizzo quello di silicone. nel caso il vostro fosse di alluminio, ricordatevi di rivestirlo di carta forno precedentemente bagnata e strizzata, per non far aderire il tortino in cottura.
Adagiate i carciofi che avevate tenuto da parte sulla superficie del composto, alternandoli con striscioline di sottiletta
Informare a 200° per 25 minuti. Lasciate raffreddare prima di sfornare e servite tagliato a fette.



Dukan & Mangiato

sabato 11 febbraio 2012

Polpettine alle verdure (PV)

Questa è una delle tante ricette messe a disposizione dalla cara Socia.
La trascrivo così come mi è stata inviata, ringraziandola come sempre per il contributo che dà a questo blog.


Ingredienti
- 300 gr verdure miste, anche surgelate (consiglio il “contorno benessere Orogel”che ha broccoli, cavolfiori, fagiolini, peperoni, carote, cipolle)
- 600 gr carne tritata scelta di vitello
- 4 cucchiai di crusca di avena tritata finemente
- 2 cucchiai di crusca di grano tritato finemente
- 80 grammi prosciutto a basso contenuto di grassi (Rovagnati o marca Carrefour)
- 1 uovo
- Sale
- Pepe

Cuocere le verdure nel microonde (o sbollentarle in acqua salata) senza grassi. Per le verdure Orogel basta metterle 3 minuti alla massima potenza in micro, mescolare e rimetterle per 3 minuti. Una volta cotte le verdure, metterle nel mixer insieme a tutti gli altri ingredienti e tritare bene. Io ho fatto in modo che le verdure fossero quasi invisibili, per farle mangiare anche ai cuccioli, particolarmente schizzinosi ultimamente, ma l’importante è che tutti gli ingredienti siano ben amalgamati ed il prosciutto ben sminuzzato. Con le mani leggermente inumidite di acqua, formare tante polpettine e disporle nella placca del forno foderata con la carta da forno. Cuocere in forno caldo a 220° per 25 minuti, in modo che si formi una bella crosticina croccante sopra.
Siccome io quando ho le “mani in pasta” preferisco fare le cose in grandi quantità e surgelare per quando non ho tempo di cucinare, ho raddoppiato le dosi e per non perdere troppo tempo a fare tante polpette, ho usato anche degli stampi di silicone per muffins e ho fatto con lo stesso impasto dei tortini di carne. Leggere e gustosissime, ti assicuro!


e come darle torto guardando questa splendida immagine?

Ed ecco qui la versione al pomodoro, fatta semplicemente facendo restringere in padella un po' di passata di pomodoro e aggiungendo le polpettine per farle insaporire. in questo modo restano più morbide.



Dukan & Mangiato!

giovedì 26 gennaio 2012

Shirataki di Konjac con mazzancolle (PV)

e finalmente ce l'ho fatta ad assaggiare la mitica pasta Konjac, dopo lunghe ricerche (la mia gentilissima amica Nadia li ha fatti arrivare addirittura dalla Germania!!!)
Ma di cosa si tratta? Gli shirataki di konjac sono (per noi dukaniane) un'equivalente alla pasta, ma senza calorie, ricco di fibre, e derivato dal konjac che è la radice di una pianta, l’Amorphophallus konjac. La radice di konjac, che assomiglia a una grossa barbabietola, racchiude un tesoro ricco di fibre solubili: il glucomannano. Tale fibra vegetale può assorbire fino a cento volte il suo peso in acqua, grazie alla sua viscosità, dando origine a una soffice massa gelatinosa. Sotto forma di pasta, gli shirataki di konjac risultano piacevoli al palato e sono anche facili da preparare, senza gusto particolare, si impregnano della salsa o della preparazione che li accompagnano.
Nell'ambito della dieta Dukan si possono consumare a partire dalla fase di attacco, in base ai condimenti utilizzati.

Sono tipici della cucina asiatica e pertanto, per fare la prima prova, ho deciso di abbinarli con un sughetto di mazzancolle molto gustoso.

Ingredienti
- 1 confezione di Shirataki di Konjac
- aglio
- prezzemolo
- una decina di pomodorini pachino
- mazzancolle con e senza guscio
- 2 cucchiai di vino bianco
- un pizzico di sale
- peperoncino (se piace)

Tagliare i pomodorini e l'aglio e pulire le mazzancolle. In un ampio tegame antiaderente coprire il fondo con 3 cucchiai di acqua e mettere a "rosolare" aglio e prezzemolo. Aggiungere le mazzancolle e lasciare sfumare con il vino. Aggiungere i pomodorini, il sale e il peperoncino, abbassare la fiamma e cuocere con coperchio per una 20ina di minuti.
Quando il sughetto è quasi pronto, sciacquare abbondantemente gli Shirataki di Konjac sotto l'acqua corrente. Mettere a bollire bollire una pentola d’acqua con un po' di sale grosso e quando l’acqua bolle, immergervi gli Shirataki di Konjac e cuocere per 2-3 minuti. Scolarli e saltarli in padella con il sughetto per 2/3 minuti in modo che si insaporiscano. Aggiungere una manciatina di prezzemolo tritato e servire caldi.




Ovviamente non è esattamente un piatto di spaghetti.... ma devo dire che ne sono rimasta entusiasta (sarà anche che io adoro la cucina giapponese...) e aver trovato questa valida alternativa a zero calorie e zero impatto sul peso, bhe, mi ripaga del carboidrato mancato ;)

Dukan & Mangiato

Polpettone che passione! (PP/PV)

Avevo già postato qui, tra le mie prime ricette, quella del polpettone ai funghi: è un classico irrinunciabile della mia cucina. Faccio un sacco di varinati, cercando un po' nel frigo (da brava massaia) cosa poter "riciclare". Perchè infondo questo nasce come piatto da riciclo, ma fatto in casa naturalmente, con prodotti sani e tanta fantasia. E questa volta mi sono anche ricordata di fotografarlo.


Per chi non volesse tornare indietro nei post, ripropongo la ricetta fatta questa volta

Ingredienti:
- 600 gr di macinato di vitello
- 2 uova
- sale e pepe q.b.
- prezzemolo
- 1 cucchiaio di crusca di avena
- latte p.s. (una tazzina da caffè o poco più...)
- 1 confezione di affettato loight (io ho usato il pollo)
- funghi misti
- 1 spicchio di aglio in camicia
- 1/2 dado light

Mescolare in una ciotola la carne con le uova, il sale, il prezzemolo e un pizzico di pepe. Aggiungere la crusca e la quantità di latte necessaria ad ottenere la giusta compattezza (nè troppo morbido nè troppo rigido!)
Mettere il composto su carta da forno, avvolgere e creare un rotolone (la forma del polpettone, così non ci si sporca sporchi le mani). Aprire la carta forno, posizionare il polpettone sul fondo e dall'altra parte adagiare le fette di affettato di pollo. Far rotolare il polpettone sulle fette di affettato, in modo da avvolgerlo. 
Per la cottura, io utilizzo il Bimby: metto il polpettone nel varoma e nel boccale metto i funghi con una spolverata di prezzemolo e l'aglio, copro con acqua superando i funghi di due dita e aggiungo il dado. Imposto antiorario, soft, varoma per 40 minuti.

Chi non avesse il Bimby, vi differenti alternative di cottura:
1) si può utilizzare un tegame per cottura al vapore, mettendo sotto 1lt di acqua, funghi prezzemolo 1/2 dado. Sopra adagiare il polpettone con la carta forno, e chiudere il coperchio. Cuocere a fiamma media per 40minuti dal bollore;
2) si può cuocere in casseruola, avendo cura di bagnarlo spesso con il liquido di cottura;
3) infine è possibile cuocerlo al forno: preparare il letto di funghi, ricoprire con 1 bicchiere di acqua e adagiare il polpettone. impostare forno statico a 180° per 40 minuti,  dopo 20 minuti rigirare il polpettone per evitare che si secchi, e coprire con carta alluminio!

Servire caldo tagliato a fette, adagiato sul sughetto ed il contorno dei funghi



Dukan & Mangiato

mercoledì 25 gennaio 2012

Torta salata di pollo e peperoni (PV)


LaSocia è una maestra di cucina. Ormai lo avrete capito anche voi: si diverte a creare ed inventare e le piace variare molto. Anche perchè quando si hanno due bambini, come noi, la creatività permette di far loro mangiare di tutto (specie le verdure), stuzzicandoli con colori e forme.
Un'altra sua caratteristica è che ama viaggaire ma, più di tutto, ama pazzescamente il Brasile e tutto ciò che è brasiliano, compresa la cucina.
Questa ricetta è la versione Dukan di una torta salata che fanno in Brasile e che la Socia ha sempre preparato, ma con la brisè sotto e qualche litro di condimento in più (e quindi anche di calorie e di grassi !). La versione Dukan è decisamente light, ma altrettanto saporita ed invitante, anche “visivamente”.
Io direi quindi di passare subito alla ricetta e di provarla!

Ingredienti
· 4 sovracosce di pollo senza pelle
· Aromi per cottura (laSocia suggerisce di utilizzare l’insaporitore per pesce della Cannamela, più aromatico di più di quello per carne)
· 1 falda di peperone (o un peperone piccolo)
· Fagiolini 200 gr circa (anche surgelati)
· 2 uova
· Mezza confezione philadelphia balance
· Una sottiletta light (facoltativa)
· Olive

Cuocere al saccoccio con gli aromi il pollo insieme ai fagiolini, 45 minuti in forno caldo a 200°. Una volta cotto, disossare e sfilacciare il pollo e metterlo, insieme ai fagiolini tagliati a pezzetti, in una ciotola capiente. Se il pollo eventualmente rilasciasse troppo liquido durante la cottura al saccoccio, è meglio scolarne una parte, lasciando comunque il composto leggermente umido perché non si secchi con l’ulteriore cottura in forno. Unire le uova, il Philadelphia, le olive snocciolate ed il peperone (crudo) tagliato a dadini. Mescolare bene il tutto, quindi versare il composto in una pirofila rivestita di carta da forno bagnata e strizzata, dividere la sottiletta in 4 strisce e appoggiarle al raggiera sulla torta salata.
Informare a 200° per 25 minuti et voilà, finito!



io la proverò subito...e voi?

Dukan & Mangiato

postilla: se si vuole togliere l’antiestetica carta da forno è meglio farlo raffreddare e sformarlo, perché se si fa quando è tiepido si rischia di romperlo!

martedì 24 gennaio 2012

Coniglio alle olive (PP)

La carne di coniglio non è di sicuro una delle carni più diffuse nella mia cucina, ma io comunque la trovo delicata e gustosa e quindi ogni tanto cerco di preparare un piatto differente per invogliare tutti ad assaggiarla.
Prima della dieta, il mio piatto forte era il famoso coniglio alla ligure, a base di olive taggische noci e pinoli...ma diciamo che questo accostamento risulta un po' troppo ricco per una Dukaniana e quindi lo scorso weekend ho preparato una valida alternativa al piatto originario, ovvero una padellata di coniglio alle olive.
Ingredienti (per 4 persone):
- 1 coniglio di circa 1kg
- 200 gr di olive nere denocciolate
- 200 gr di olive verdi denocciolate
- 1 cipolla bianca
- 1 spicchio di aglio
- 250gr di acqua in cui far sciogliere 1 dado light
- pepe q.b.
- mezzo bicchiere di vino bianco

Per prima cosa, se avete acquistato un coniglio intero, tagliatelo a pezzi, lasciando da parte testa, il fegato e i reni (io, per ovviare il problema, lo prendo già in parti!).
Prendete un tegame capiente e mettete ad appassire la cipolla tagliata a rondelle in un fondo di acqua (2 cucchiai) e unite anche l'aglio lasciato in camicia.
Nel frattempo tritate le olive con l'aiuto di un mixer riducendole a pezzettini poiccolisssimi.
Mettete i pezzi di coniglio in tegame e lasciateli "rosolare" con la cipolla e sfumare con l'aggiunta del vino, e cuocete fino a quando il coniglio avrà assunto un bel colorito dorato, per circa 5-10 minuti. Aggiungete le olive tritate, quindi unite il bicchiere di brodo e una spolverata di pepe (se gradito) e amalgamate tutto per bene e poi coprite il coniglio con un coperchio e lasciate cuocere per circa un'ora finché il coniglio non diventerà tenero (la carne dovrà staccarsi facilmente dall'osso).
Di tanto in tanto verificate l'eventuale necessità di aggiungere del brodo e fate cuocere il tutto a fuoco lento. Impiattate il coniglio irrorandolo con abbondante trito di olive e buon appettito!!



Dukan & Mangiato

NOTA: per tutti i Dukaniani D.O.C. che magari potrebbero inorridire di fronte all'utilizzo delle olive nella nostra dieta, beh, ricordo sempre che la mia cucina prevede qualche "licenza poetica" rispetto alla rigidità della dieta proteica... ma che comunque queste concessioni non mi hanno impedito di perdere quasi 17kg in 3 mesi. Sono sempre dell'idea che bisogna applicare criterio in tutto ;)

lunedì 23 gennaio 2012

Cuori di salmone (PP)

Il salmone con la Dukan è diventato il mio piatto forte: lo mangio in tutti i modi, dal carpaccio, alla tartare, al semplice trancio cotto al microonde...
Ma una cosa che proprio non gradisco del trancio del salmone sono le odiose spine della parte centrale... ed allora, avendo un po' di tempo a disposizione, ho preparato questo simpatico piatto che, per l'estetica, ho voluto chiamare cuore di salmone: a voi non sembrano dei cuoricini??


Quanto alla ricetta, c'è da dire che la cosa più complicata di questo piatto è la spinatura e la messa in forma del salmone...dopo di che si cuoce da sè! Visto che non sono riuscita a fare delle foto mentre procedevo con la preparazione (le due mani erano impegnate tra coltello e pinzetta!!!), vi rimando direttamente al sito della mitica Sonia Peronaci di Giallo Zafferano da cui spesso prendo spunto per le mie ricette: date un'occhiata alla sua scuola di cucina e scoprirete tanti trucchi interessanti!

Una volta che avrete ottenuto i vostri medaglioni o cuoricini (per avere i cuoricini basta saltare l'ultimo passaggio di legatura con lo spago!), posateli su una teglia da forno ricoperta di carta da forno, spolverizzateli con abbondante prezzemolo e adagiate una fettina di limone su ciascuna porzione.
Infornate a 180° per 20 minuti e servite caldi

Dukan & Mangiato



domenica 22 gennaio 2012

Salsa Tzatziki riadattata (PV)

ed ecco un altro spunto interessante proposto dall Socia per preparare un'ottima salsina di accompagnamento in antipasto oppure in aperitivo.

Ha rinominato questa salsina "Tzaziki riadattato" perché la base è lo Tzaziki della Fage che però ha 6% di grassi e quindi per noi Dukaniane non va bene... come risolvere la questione della percentuale di grassi? Semplice, l'ingegnosa Socia ha mescolato 200gr di Tzaziki della Fage con con uguale quantità di Total 0% così da portare a 3% la percentuale di grassi totale!
Essendoci dentro il cetriolo è da considerare come salsa per PV e va benissimo anche per condire l'insalata, al posto della vinaigrette o della salsa di soia.
Nella presentazione fotografata è stata accompagnata dalle cialdine di grano che altro non sono che cracker preparati con soli due cucchiai di crusca di avena, 2 albumi e 8 cucchiai di crusca di grano.



Sfiziosi, vero?

Dukan & Mangiato


Anellini di calamaro in pastella (PP)

Un'altra ricetta proposta e testata dalla Socia..... e quindi sicuramente da provare!!

Ingredienti per 4 persone:
- 800 gr di anellini di calamari (freschi o decongelati)
- 4 cucchiai di crusca di avena
- 2 cucchiai di crusca di grano
- 2 uova
- mezzo bicchiere di acqua gasata
- un cucchiaio di prezzemolo tritato
- sale e pepe q.b.

Preparare una pastella mescolando bene le crusche con le uova, l'acqua, il prezzemolo e sistemare con sale e pepe. Immergere nella pastella gli anellini di calamaro, mescolando bene in modo tale che l'impasto aderisca bene e quindi versare il tutto in una pirofila con carta da fonro inumidita e ben strizzata ed informare in forno già caldo a 200° per una 20ina di minuti. Servire caldi!



Il commento della Socia: "sono croccanti e molto saporiti, non dico che siano come quelli fritti ma non li fanno rimpiangere!!!!"

Dukan & Mangiato

sabato 21 gennaio 2012

Morbidosa alla nutella (pasto della festa)

Lo so già che vi starete chiedendo cosa c'entra la NUTELLA in un blog di ricette dietetiche. Ma io ci tengo a precisare che questo non è un blog per fanatici della dieta, ma un diario di cucina per chi, come me, partendo da una necessità (quella di dimagrire) ha voluto rivedere il suo stile alimentare e i suoi modi di cucinare. Ho seguito la dieta Dukan per 3 mesi per giungere al giusto peso e perdere 17 kg e ce l'ho fatta: Adesso sono in fase di consolidamento e questo vuol dire che 1/2 volte alla settimana posso godermi il "pasto della festa" ...e quindi perchè farmi mancare un bel dolcetto preparato con le mie mani per la mia famiglia? D'altra parte le torte sono la mia passione (quella di MammaCheTorte), ma quando preparo le torte per i miei cuccioli o per le nostre serate casalinghe, faccio qualcosa di molto più veloce e meno coreografico...ma sempre con l'attenzione al gusto!!!!!!
E quindi sono a proporvi una ricettina veloce veloce per chi vuole creare una simil-crostata, ma non ha voglia di cimentarsi con la pasta frolla o semplicemente non ne ha il tempo (perchè al pastafrolla necessità almeno di un'oretta di riposo in frigorifero...).
E' davvero un'ottima alternativa, per un dopocena oppure per la colazione. Provatela e fatemi sapere!


Ingredienti
- 2 uova
- 130 gr di zucchero
- 130gr di olio di semi
- 200gr di farina 00
- 50 gr di frumina
- 1/2 bustina di lievito per dolci
- 1 bustina di vanillina
- 400gr di nutella

Nel Bimby, inserite tutti gli ingredienti per l'impasto (tranne la nutella!) e impstate 1 minuto velocità 5. (Se non avete il Bimby, aiutatevi con delle fruste nella miscelazione, aprtendo dagli ingredienti liquidi e poi aggiungendo le polveri).
Imburrate ed infarinate una tortiera da 26cm  e metteteci l'impasto ottenuto (che risulterà cremoso, ma non liquido),  formando un cordolo intorno un po' più alto e lasciandone da parte circa 4 cucchiai per i decori nella superiore.
Spalmate tutta la superficie con la nutella.
Mettere l'inpasto alsciato da parte in una siringa da pasticceria (o sac a poche) e fare le strisce per la parte superiore.
Informare in forno già caldo a 160° per 25-30 minuti, controllando la cottura.

Squisita calda.... e ottima fredda!

Dukan (delle feste) & Mangiato

Polpettine di melanzane e mentuccia (PV)

Ho voluto inventarmi queste polpettine, in alternativa all'utilizzo della carne. Devo dire che la sperimentazione è stata ottima ed apprezzata. Sono buone sia come stuzzichino /antipasto che, accompagnate da un bel contorno, come secondo piatto.


Ed ecco a voi la ricetta (per circa 15 polpette di medie dimensioni), partendo dagli ingredienti:
- 1 melanzana lunga di grandi dimensioni
- 4/5 foglie di mentuccia fresca
- 200gr di ricotta light
- 1 uovo
- 1 cucchiaio di crusca di grano
- sale e pepe q.b.
- 2 cucchiai di maizena (per infarinarle)

Iniziate lavando la melanzana e privandola delle estremità e della buccia nera (in modo da eliminare il sapore amarognolo e la parte più dura). Poi con l'aiuto di un robot da cucina (io ho il mio fidato amico Bimby) tritatele, senza però ridurle in poltiglia. Strizzatele tra le mani eliminando la maggior parte di acqua in eccesso e poi mettetele su di un colino appoggiato su una ciotola vuota capiente e posatevi sopra un piattino sul quale collocherete un peso. Lasciate così le melanzane per venti minuti, in questo modo perderanno moltissima acqua . Strizzatele ancora e ponetele in una ciotola, poi aggiungete la ricotta, l’uovo, la menta tritata e la crusca. Mescolate bene per amalgamare gli ingredienti, poi aggiustate eventualmente di sale e pepate. Formate con l’impasto così ottenuto delle piccole polpette, infarinatele bene su tutti i lati con la maizena e ponetele sulla leccarda del forno asulla quale avrete messo un foglio di carta da forno e cuocete a 200°C per circa 20 minuti, ricordandovi di girarle a metà cottura.
Sono ottime sia appena sfornate che fredde, anche il giorno dopo!

Per chi non è a dieta, e punta su una cottura meno salutare, allora va bene anche l'alternativa più golosa delle polpettine fritte!

Dukan & Mangiato

giovedì 19 gennaio 2012

Tortino cime di rapa e pasta di acciughe (PV)

Un'altra ricetta della SociadiTorte, ormai a tutti gli effetti anche SociadiDukan!!

Questa volta eccomi a trascrivere esatamente il testo con cui mi ha inviato questa ricetta a suo dire molto "terrona"....ed essendo noi due fieramente di origini terrone, possiamo anche dircelo, no?



******

Prima della Dukan ero una fanatica delle torte salate, intortavo di tutto, carne pesce, verdure e tutto il resto. Solo che richiudevo il tutto in gusci di brisee o sfoglia o cialdine di patate...ora, anche togliendo i gusci, trovo che le torte salate siano comunque buone e saporite, senza grassi per di più!!Ieri sera quindi mi sono inventata questa, che è stata molto apprezzata a tavola!!

Ingredienti:
- cime di rapa (fresche o congelate)
- acciughe o pasta di acciughe a piacere
- aglio (se piace)
- Philadelphia balance
 - uovo

Sbollentare le cime di rapa in acqua salata fino a cottura. Ripassarle in una padella con mezzo bicchiere di acqua in cui avremo aggiunto, se piace, uno spicchio di aglio sminuzzato (o qualche granello di aglio liofilizzato) e avremo fatto sciogliere le acciughe (o la pasta di acciughe). Far consumare tutta l'acqua, quindi, fuori dal fuoco, aggiungere un uovo ed un cucchiaio di philaldelphia balance. Mescolare bene finchè il composto di presente uniforme. Trasferirlo in una pirofila da forno ricoperta con carta da forno bagnata e strizzata ed infornare in forno caldo a 200° per 15/20 minuti. Servire tiepido

Non ho indicato quantità perché tutto dipende dai gusti: si può fare piu' o meno "acciugata" e/o "agliata", monoporzione o grande (e nel caso eventualmente si potrà mettere un uovo in più e magari anche un cucchiaio in piu' di Philadelphia balance...)

Dukan & Mangiato

mercoledì 11 gennaio 2012

Fotoricetta: Tasche di pollo ripiene (PP)

Era da un po' che volevo fare questa ricetta, ed oggi mi ci sono dedicata con dovizia e pazienza...tanto da fotografarla e postarvi una simpaticissima e gustosa fotoricetta!!!!
Si tratta delle tasche di pollo con caprino al forno: un ottimo piatto e di grande effetto.
La panatura aromatica delle tasche di pollo con caprino al forno rende questa carne profumata e dal sapore molto delicato ...e non si direbbe mai che si tratta di una portata per genete a dieta.

Ingredienti (per 4 persone)

2 petti di pollo da 400gr (non affettati)
4 cucchiai di crusca di avena
2 cucchiai di crusca di grano
2 cucchiai di Prezzemolo liofilizzato (oppure un bel ciuffo di prezzemolo fresco)
1 cucchiaio di erba cipollina liofilizzata
2 caprini light (oppure, se preferite, 200gr di ricotta light)
Sale e pepe qb



Iniziate preparando i petti di pollo: tagliateli a metà, facendo attenzione ad eliminare la cartilagine sul retro e gli ossicini interni (1)
Incidete le tasche partendo dall’alto del petto e aiutandovi con un coltello affilato incidendo la carne in modo da creare la vera tasca (2); e' necessario essere delicati e non tagliare fino in fondo, ma lasciare uno strato di carne in modo da non far uscire il ripieno, creando appunto una tasca.
Lavorate il ripieno, stemperando il caprino (o la ricotta) in una ciotola con un pizzico di sale e l'erba cipollina (3). Farcite le tasche di pollo spalmando la crema di caprino sulla base inferiore del pollo (4).
Preparate la panatura, unendo in una ciotola le crusche con il prezzemolo, il sale ed il pepe (5).
Impanate ciascuna tasca di pollo da entrambi i lati nella panatura aromatica appena preparata, facendola aderire per bene (6)
Adagiate le tasche di pollo così impanate su di una teglia ricoperta di carta da forno (7) ed infornate a forno caldo statico a 200°  per almeno 20 minuti, fino a che la superficie sarà dorata e la carne tenera ma cotta all’interno.
Insieme al prezzemolo fresco si può arricchire questa panatura anche con del basilico o della maggiorana freschi e volendo anche con un pizzico di pepe bianco.

ed eccola qui, servita con una insalatina verde: il ripieno gustoso lascia sorpresi al primo boccone 


Dukan & Mangiato

martedì 10 gennaio 2012

Piatto unico di recupero (PV)

la Socia continua ad offrirmi spunti e suggerimenti per arricchire il Blog, visto che in questi giorni io mi sto rifugiando verso preparazioni semplici e di base, nonchè piatti già proposti e di cui quindi non sto a tediarvi. Ieri sera mi ha mandato una foto del suo "piatto di recupero del lunedì", ovvero un piatto veloce realizzato partendo dagli "avanzi" del giorno prima del piatto di melanzane e zucchine al funghetto...perchè basta un po' di fantasia per inventare e gustare una buona portata ...dukan ovviamente!!!

Se non avete le verdure già pronte da consumare, vi ripropongo la ricetta, pensandola ex novo.
Ingredienti (per 4/6 persone).
• Melanzane e zucchine grigliate (anche surgelate) 500 gr
• Polpa di pomodoro 400 gr
• Aglio e cipolla
• Origano
• Capperi
• Olio extra vergine di oliva (facoltativo, un cucchiaino)
• 1 scatolettta di tonno al naturale
• Acciughe al naturale

“Sporcare” il fondo di una pentola antiaderente con pochissimo olio extravergine di oliva (togliere l’eccesso con uno scottex), aggiungere uno spicchio (o un cucchiaino di granelli se usate l’aglio liofilizzato) di aglio e lasciare colorare per un minuto.
Nel frattempo tagliare a quadretti le verdure grigliate e metterle in pentola e lasciare “soffriggere” un paio di minuti.
Aggiungere il pomodoro e mezza lattina di acqua ed unire la cipolla (un cucchiaio di quella liofilizzata, oppure una piccola tagliata a rondelle). Portare a cottura (10-15 minuti) fino a far consumare tutta l’acqua (volendo prolungare la cottura, aggiungere un po’ d’acqua). A fine cottura aggiungere una generosa manciata di origano e mescolare.
Lasciare intiepidire ed impiattare, aggiungendo il tonno e le alici e un cucchiaio di capperi


Ottimo e salutare... alla faccia di chi dice che la cucina Dukan è una cucina squilibrata ;)

Dukan & Mangiato

lunedì 9 gennaio 2012

Un Dukan Buffet!!!

anche per questo post devo ringraziare la cara Socia, che ha preparato uno stupendo buffet dukan per una domenica tra amici e mi ha omaggiata di foto e di ricette!
Come avrete capito, io e lei abbiamo tanto in comune: per iniziare dal nostro mondo MammaCheTorte, ed i nostri dolci progetti, per poi passare ai due pargoli a testa (rigorosamente un cavaliere ed una principessa) sino ad arrivare al piacere per la tavola e il tempo passato ai fornelli (con il nostro mitico Bimby ; )... insomma è sempre bello per noi confrontarci e condividere, anche se siamo lontane.

Ma passiamo al gustosissimo menù:

Bignè salati allo zenzero con mousse di salmone

La ricetta è quella base dei bignè, ma nella versione salata. Ingredienti:
2 uova intere
60gr albumi (sono circa 2 albumi di uova medie)
2 cucchiaini di maizena
2 cucchiaini di lievito pandegliangeli
un cucchiaino raso di sale
un cucchiaino di zenzero in polvere
qualche granello di aglio e prezzemolo liofilizzati

Mescolate bene i tuorli con il sale e gli aromi. Aggiungete la maizena ed il lievito e mescolate fino ad eliminare qualunque grumo. In un'altra ciotola montate a neve ben ferma gli albumi. Unite pian piano gli albumi montati a neve all'impasto con i tuorli e mescolate dal basso verso l'alto per non far sgonfiare l'impasto Dividete l'impasto a cucchiaiate (o meglio con una sac a poche) su carta da forno posizionata su di una teglia (verranno circa 16 bignè grossi oppure se volete fate dei bignè mignon). Se non riuscite con la carta forno, potete usare uno stampo di silicone x muffin (ma riempite non oltre la metà, che pi crescono!). Cuocete a forno già caldo a 180 per circa 15 minuti, controllando fino a quando non diventano dorati

Per la mousse di salmone mettete in una ciotola del salmone affumicato e fiocchi fage in parti uguali, tritateli nel mixer con una puntina di zenzero e prezzemolo.

Una volta cotti i bignè, tagliateli e farciteli con la sac a poche. Ed ecco il risultato:




Crackers al curry con maionese alla senape

I crackers sono stati fatti con una doppia dose della ricetta base che trovate qui  con aggiunta di curry in polvere e l'utilizzo di soli due albumi in tutto (ne sono venuti circa 30).

Per la maionese il procedimento è questo: montare a lungo un torlo con un pizzico di sale ed un cucchiaino di senape. Una volta montati, aggiungere del total 0 per dare maggiore cremosità.



Muffin variegati 

Preparati seguendo la ricetta base che trovate qui in due versioni: con tonno e capperi (con il Philadelphia balance e solo 2 uova) e al prosciutto cotto (sempre con il philadelphia balance e solo 2 uova)



Terrina di pollo
L'immancabile terrina, ormai piatto forte di noi dukaniane! La Socia l'ha preparata nella versione con con funghi misti e affettato di tacchino, come questa ricetta



Melanzane e zucchine al funghetto

preparate seguendo la ricetta base delle melanzane al funghetto, ma aggiungendo anche le zucchine




Plumcake fragole e pistacchio

ecd anche qui, un classico del mio ricettario: l'ottimo plumcake aromatizzato al pistacchio e alla fragola!


Che dire? Senza dubbio grazie alla Socia .... e naturalmente
Dukan & Mangiato!!!

;)

venerdì 6 gennaio 2012

La mia Pizza di Patate (Fase3)

in questi giorni di festa mi fa piacere presentare anche dei piatti che si adattano ad una serata con amici, ad un buffet sfizioso e comunque possono essere inseriti nella fase 3 della Dukan o come uno dei due pasti a base di carboidrati oppure nel pasto della festa.
questa ricetta è una di quelle ricette "base" della nostra famiglia. Non ha nulla a che fare con la pizza, visto che il nome corretto sarebbe Gateaux (il gatò) di patate. Ma noi la chiamiamo da sempre così: mia mamma la fa da quando io ho memoria...ed io continuo a farla per i miei cuccioli almeno una volta a settimana. Solitamente questo era il nostro piatto del giovedì...ma visto che per ZioDukan il giovedì è il giorno PP, allora mi sa che si slitta al venerdì!!!

Ma veniamo alla ricetta (per 6 pesone)

- 1 kg di patate a pasta gialla
- 100 gr di mozzarella (light per noi a dieta)
- 100 gr di prosciutto cotto (o arrosto di pollo oppure wustel, per un sapore più deciso)
- 2 uova
- 2 cucchiai di parmigiano
- 150ml di latte p.s.
- un cucchiaino di sale
- una spolverata di pepe
- una manciata di pangrattato

Sbucciate le patate, lavatele e lessatele per 40 minuti (oppure per 20 minuti dopo il fischio con la pentola a pressione) poi fatele intiepidire e tagliatele a tocchetti e schiacciatele con l'appostito schiacciapatate o un passaverdure.
Mettete il composto in una ciotola ed aggiungete le uova, il parmigiano, il sale ed il pepe ed infine il latte, verificando la consistenza dell'impasto ed aumentando o diminuendone la quantità fino ad ottenre un composto omogeneo e cremoso.
Aggiungete il prosciutto e la mozzarella tagliati a dadini.
Cospargete di pangrattato una pirofila da forno che avrete precedentemente passato con uno scottex bagnato con un po' di olio. Versate il composto e livellatelo con una spatola da cucina. Cospargete anche la superficie del gatò con il pangrattato e un po' di parmigiano e schiacciate la superficie con una forchetta per lasciare l'effetto di una griglia.
Infornate a forno statico, già caldo a 180° per 20 minuti. Poi aumentate la temperatura a 200° per i successivi 15-20 minuti verificando che si formi una bella crosticina in superficie.
Terminata la cottura, sfornate la pizza di patate e lasciatela intiepidire per almeno 10-15 minuti, poi tagliatela in porzioni e servitela ancora tiepida. Ottimo con una semplice insalatina...




Dukan & Mangiato

lunedì 2 gennaio 2012

Pollo croccante alla paprika (PP)

Ritornati in riga dopo i bagordi con le feste, rieccomi con una nuova versione del pollo al forno.
Questa volta avevo finito i sacchetti per la cottura nel forno.. e quindi mi sono inventata questa ricetta

Ingredienti (per 4 persone):
1kg di pollo in parti
1 bicchiere di acqua
1 dado light
Rosmarino
Aromi misti
Paprika

In una capiente teglia da forno posizionare il nostro pollo. Coprirlo con gli aromi ed il rosmarino, versare l'acqua e sbriciolare il dado. Ricoprire la teglia con un foglio di carta alluminio
Mettere in forno caldo a 200° per circa 45 minuti. Dopo 30 minuti togliere la carta stagnola e bagnare la carne (utilizzando un cucchiaio) con il suchetto che si è formato. Spolverare un'abbondante quantità di paprika e rimettere in forno per terminare la cottura.

Ottimo, tenero e saporito, senza ggiunta di alcun grasso ;)



Dukan & Mangiato

Capesante gratinate (Pasto della festa)

Ed eccomi con un'altra ricettina veloce che però può essere mangiata in fase3 come pasto della festa.
Io l'ho fatta durante queste festività natalizie e i miei ospiti ogni volta mi chiedono il bis ;)

Ingredienti
12 capesante
100 gr di pancarrè
Prezzemolo abbondante
2 spicchi di aglio
Sale e pepe q.b.
Una manciata di pangrattato
Mezzo bicchiere di vino bianco

Assicurarsi che le capesante siano ben pulite (controllando che non ci sia sabbia) e lavarle con acqua e sale (non sotto l'acqua corrente che altrimenti perdono sapore!).
Prepara un trito con 100gr di pancarrè (o del pane avanzato), un ciuffo abbondante di prezzemolo, due spicchi di aglio, sape e pepe.Il trito deve essere grossolato e non molto fine.
Se si utilizza del pane raffermo, è meglio bagnarlo con un po' di latte in modo da avere un composto più morbido....in alternativa, per un gusto diverso, si può mettere una spruzzata di arancia.
Posizionare le capesante sulla placca da forno ricoperta di carta forno e riempire ciascuna conchigia con una bella manciata del preparato. Spolverare con un po' di pangrattato e aggiungere a filo un po' di olio di oliva. Cuocere a forno 250° con grill per circa 15 minuti (finchè non si forma la crosta), e gli ultimi 5 minuti aprire il forno e sfumare sulle capesante il mezzo bicchiere di vino bianco....


Buon appetitoe buona festa!!!

Dukan & Mangiato